Logo RBN
Serafino PDF Stampa E-mail
NOME: Serafino
DATA DI NASCITA: 04/04/1963
HOBBY: suonare la chitarra

Fin da piccolo ho creduto che Dio esistesse, che fosse però molto lontano da me da non poter avere un contatto personale con Lui. Gesù sapevo che era un personaggio importante ma non conoscevo l’essenza della sua importanza. La Bibbia la conoscevo ma non l’ho mai letta perché ritenevo fosse troppo difficile da capire. La preghiera era per me un ripetere a memoria alcune frasi già composte. Sono cresciuto in un villaggio vicino la città dove i miei genitori, emigrati per lavoro, si sono stabiliti; in questo villaggio c’era una chiesa cattolica e crescendo la frequentai. Per me era un punto d’incontro tra amici, ma diventò anche un’occasione per frequentare la messa e ad avere incontri con i preti, nei quali ho sempre visto degli uomini impegnati nel sociale, presi come punto di riferimento da molti di noi, ma non mi hanno mai annunziato un Gesù vivente da poter sperimentare personalmente.
Da piccolo giocavo a calcio, sognavo di diventare un grande calciatore.
Crescendo cominciai a fumare con i miei amici, vizio che mi sono portato dietro fino all’età di 25 anni, cioè  fino alla mia conversione. All’età di 15 anni mi sono trasferito con la mia famiglia in città, dove ho trovato un nuovo posto da scoprire e nuovi amici. Ho conosciuto il mondo del lavoro all’età di 17 anni, ho iniziato a fare delle esperienze al nord Italia con mio fratello. Al mio rientro ho incontrato i miei vecchi amici con i quali ho cominciato a fumare spinelli marijuana e quant’altro. A 19 anni, sempre per lavoro sono andato, per qualche mese, in Iran dove vidi una realtà completamente diversa dalla nostra; questo mi porto ad apprezzare la mia nazione nativa. La vita intorno a me cambiava sempre più, frequentavo discoteche, pub, andavo allo stadio, andavo a vedere concerti sia nella mia città che altrove. Per motivi di lavoro cominciai a spostarmi per tutta l’Italia ma dentro di me non c’era pace nè gioia.
A 25 anni nel mio quartiere accadde qualcosa di strano, vidi cambiare radicalmente il fratello del mio più caro amico, prima era un ragazzo che non passava inosservato per la sua spericolatezza motociclistica e per la sua vita dedita agli stupefacenti. Mi fu testimoniato che ambedue avevano accettato Gesù e che la loro vita era cambiata. Dentro di me nacquero  molte domande. Nel frattempo venne a Siracusa la tenda di “Cristo è la risposta” (missionari evangelisti) e all’invito del mio amico mi ritrovai sotto questa grande tenda. La prima cosa che osservai fu la gioia che riuscivano a trasmettermi queste persone; mi dissero che anch’io potevo fare un’esperienza personale con il Dio vivente. Ho subito creduto che Dio esisteva e che poteva cambiare la mia vita ma non accettavo l’idea di inserirmi in un ambiente ecclesiastico. Quando la tenda se ne andò io ripresi la mia solita vita.

Successivamente ebbi una delusione d’amore, ma nel frattempo mi si presentò l’opportunità di andare a lavorare in America, per un breve periodo, colsi subito l’occasione. Al ritorno dall’America mi sentivo molto deluso dal mondo intero, ebbi una crisi esistenziale. Questa mi portò a cercare Cristo Gesù il risorto come me ne avevano parlato e sperimentai la Sua presenza nel mio cuore, da solo nella mia camera, leggendo il vangelo e invocando l’aiuto di Dio. Mi ricordai del fratello del mio amico e lo andai a cercare a lavoro e gli manifestai il mio interesse per Dio. Mi portò in chiesa con lui e da quel giorno la mia vita è cambiata. Frequentando la chiesa vidi l’opera di Dio nella mia vita, mi ha liberato da tutte quelle cose che mi tenevano giù.

Dopo aver fatto patto alle acque conobbi una sorella in Cristo con cui mi sono spostato, abbiamo avuto due figli Luca e Sefora. Durante il mio cammino cristiano ho visto in Dio, sempre un aiuto sia nella mia vita personale che nella mia famiglia, anche se ci sono stati momenti di scoraggiamento il Signore attraverso la Sua Parola mi ha sempre incoraggiato ad andare avanti ad essergli fedele perché Egli mi ha promesso la corona della vita eterna.

 
< Prec.   Pros. >